Phone +390521801162 - Mail: info@daytonahotel.it

banner-daytona-hotel-eventi

  • Home
  • Eventi
  • “Diluvio rock, la fine del mondo a teatro” al teatro delle Briciole - 20 dicembre

“Diluvio rock, la fine del mondo a teatro” al teatro delle Briciole - 20 dicembre

diluvio-rock-daytona

Daytona Business Hotel segnala lo spettacolo di Paola Crecchi "Diluvio Rock, la fine del mondo a teatro" che andrà in scena sabato 20 dicembre presso il Teatro delle Briciole.

Un musical eco-mitologico sul grande tema del diluvio universale e sulla speranza di un nuovo inizio. L’idea è al centro di «Diluvio rock», la produzione del Teatro delle Briciole Solares Fondazione delle Arti in scena il 20 dicembre alle 21 nell’ambito della rassegna per le famiglie «Weekend al Parco». Rivolto a spettatori dai 7 anni, lo spettacolo è scritto e diretto da Paola Crecchi, anche interprete con Riccardo Reina e Dario Andreoli (biglietti in vendita alle librerie Feltrinelli di Via Farini e del Barilla Center, al Teatro al Parco e on-line sul sito www.solaresdellearti.it/teatrodellebriciole, informazioni tel 0521 989430/992044).
Una donna cieca, il suo giovane accompagnatore e un tecnico teatrale vengono sorpresi da una pioggia incessante che li costringe a condividere l’attesa di un pericolo incombente, mettendo a confronto le loro diverse personalità: la rabbia e le speranze del giovane, il pragmatismo del tecnico, la saggezza della donna e la sua esperienza delle cose umane. Da un evento meteorologico eccezionale nasce così un viaggio intorno al tema del diluvio universale, del grande accadimento catastrofico con cui dall’antichità l’uomo ha raccontato a se stesso la necessità di una fine e di un nuovo inizio del mondo, che liberi l’umanità dai propri errori. Un mito che assume, nell’epoca del mutamento climatico prodotto dall’inquinamento dell’uomo, una valenza di metafora ecologica e di potente simbolo dell’urgenza di un rinnovamento.
Il racconto biblico dell’Arca di Noè, i miti greci e altre «favole» che risalgono al tema della fine del mondo, prendono sulla scena la forma di un musical eco-mitologico. Le ballate rock, in cui si esprime l’ansia di rinnovamento del ragazzo e la sua insoddisfazione di un presente inaccettabile, si scontrano con il meschino realismo del tecnico e si intrecciano con le affabulazioni preveggenti della cieca e con i suoi racconti dal mito e dalla letteratura. Musica rock e narrazione si mescolano con il linguaggio visivo del teatro di figura e di videoillustrazioni che come in un graffito virtuale aprono una finestra sul mondo e sulle cose da salvare.
In un universo giunto alla soglia della catastrofe e dove manca tutto, l’umile carta da giornale, elemento protagonista della scenografia dello spettacolo, diventa il materiale con cui si può fare tutto: l’arca salvatrice, il re e la regina che rigenerano il mondo, i nuovi uomini e le nuove donne del dopo-diluvio. Attraverso la fantasia e la sapienza costruttrice e l’autonomia della finzione teatrale, la semplice e fragile carta può farsi strumento di immaginazione, di lungimiranza, di veicolo della memoria collettiva.

Testi tratti da www.oggiaparma.it

Eventi recenti

Daytona Hotel Parma segnala: Renoir alla Villa dei Capolavori

“Quando si tratta di un paesaggio, io amo quei quadri che mi fanno venir voglia di entrarci dentro per andarci a spasso.”

Negli anni sessanta dell’Ottocento, grazie all’amico Claude Monet, Renoir scopre una grande passione che lo accompagnerà per tutta la sua vita di artista: la pittura en plein air. Di pochi anni dopo è lo straordinario "La Seine à Champrosay", arrivato direttamente dal Musée d’Orsay di Parigi e ora in mostra nelle sale della Fondazione Magnani Rocca.

Si potranno vedere dal vivo La Seine à Champrosay e gli altri capolavori di Renoir, Monet, Matisse e Cézanne fino al 13 settembre 2015 alla Fondazione Magnani Rocca. L’ingresso alla collezione permanente è compreso nel biglietto della mostra Roma 900.

Per maggiori info www.magnanirocca.it

Daytona hotel Parma segnala: Festival del Prosciutto

Dal 5 al 20 settembre, al via la XVIII edizione del Festival del Prosciutto di Parma.

Anche quest’anno 15 giorni interamente dedicati al Prosciutto di Parma. Tante conferme, ma anche molte novità interessanti e gustose per la XVIII edizione della manifestazione. Una grande festa fatta di buon cibo, musica e cultura per celebrare e degustare il Re dei Prosciutti nelle sue mille sfaccettature e per apprezzare le bellezze naturalistiche e culturali del territorio in cui nasce e a cui è strettamente legato.

Ospite d’eccezione dell’inaugurazione sarà lo chef pluristellato Antonino Cannavacciuolo che venerdì 4 settembre trasformerà Langhirano in una grande piazza di sapori: ai tradizionali interventi delle istituzioni seguirà infatti il suo spettacolare show cooking in Piazza Ferrari appositamente allestita con un maxi schermo in grado di riprendere la sua maestria ai fornelli.

Come di consueto, ci sarà anche il Bistrò del Prosciutto di Parma realizzato con il patrocinio e la co-organizzazione del Comune di Parma, sotto i Portici del Grano, a Parma. Qui tutti i giorni sarà possibile degustare il Prosciutto di Parma godendo delle bellezze del centro da una posizione privilegiata e suggestiva. Tante le iniziative in programma dal 5 al 13 settembre che vedranno il Prosciutto di Parma assoluto protagonista.

Per gli estimatori del buon vino, sarà allestita nelle suggestive cantine della Rocca di Sala Baganza la Cantina dei Musei del Cibo, un percorso espositivo e sensoriale inserito nel più ampio circuito dei Musei del Cibo (www.museidelcibo.it) interamente dedicato al vino di Parma, alla sua storia e alla sua cultura.

Il Festival è poi anche tanta musica, iniziative a contatto con la natura, arte e cultura. Tra gli eventi musicali sabato 12 settembre si esibiranno a Langhirano i The Kolors, la band vincitrice del programma Amici. Ma molti altri artisti popoleranno le serate del Festival del Prosciutto di Parma.

Per gli amanti dell’arte, sarà possibile visitare la Fondazione Magnani Rocca che ospita la prestigiosa collezione di Luigi Magnani; la Pieve romanica di San Biagio a Talignano, la Pieve di Collecchio, di San Pietro e la Pieve Romanica di Moragnano sulla Via Francigena; il meraviglioso circuito di musei di Neviano e la Rocca S. Vitale di Sala Baganza.

E poi i Castelli: il Castello Pallavicino di Varano de’ Melegari, esempio dell’architettura militare quattrocentesca; il Castello di Torrechiara e il Castello di Montechiarugolo.

Continua la collaborazione con il Salone del Camper, che si svolgerà per alcuni giorni in concomitanza con il Festival, dove sarà allestito lo stand Info Festival Point che fornirà informazioni sul programma delle iniziative dei Comuni, Finestre Aperte e il servizio navette.

Anche quest’anno è garantita, grazie al supporto della Regione Emilia-Romagna, la presenza della stampa internazionale impegnata in un tour formativo alla scoperta del Prosciutto di Parma, della sua storia e del suo sapore dolce e gustoso. I giornalisti visiteranno inoltre Expo Milano 2015 e in particolare il padiglione CibusèItalia dove è presente, tra gli altri, un ampio spazio dedicato al Prosciutto di Parma.

Programma completo: www.festivaldelprosciutto.com

TUTTE LE NOSTRE STANZE SONO DOTATE DI MATERASSI SIMMONS E DEL SERVIZIO MEDIASET PREMIUM